SOVRAPPESO E OBESITÀ

Fitoterapia e nutraceutica in sovrappeso, obesità, adolescenza e dismetabolismi.

L’obesità è una condizione caratterizzata da un eccessivo accumulo di grasso corporeo, causato da stili di vita scorretti quali alimentazione ipercalorica e ridotto dispendio energetico da inattività fisica, con conseguenze gravi per la salute.

L’obesità e il sovrappeso sono causati nella maggior parte dei casi da uno squilibrio tra apporto e consumo energetico e sono patologie ad eziopatogenesi multi fattoriali quali stile di vita, genetica, ambiente, condotta alimentare.

Perfino lo stato di salute e lo stile di vita della madre influenzeranno la salute del neonato.

I bambini e adolescenti con sovrappeso/obesità se mantengono un eccesso ponderale al termine dell’età pediatrica lo manterranno in età adulta: fino al 40% dei bambini di età prescolare, e fino al 60% dei bambini più grandi e degli adolescenti.

Le complicanze nel bambino sovrappeso possono essere metaboliche e non metaboliche e molto spesso sono correlate a familiarità per fattori di rischio cardiovascolare.

Le complicanze più gravi sono:

  • dislipidemia
  • ipertensione arteriosa
  • steatosi
  • steatoepatite non alcolica
  • intolleranza al glucosio
  • ovaio policistico

Complicanze ortopediche e respiratorie alle quali si possono aggiungere disturbi psicologici quali:

  • dismorfofobia
  • disturbi del comportamento alimentare
  • depressione

Fondamentale è il ruolo del pediatra che segue il bambino dalla nascita fino all’adolescenza e che può consigliare la necessaria prevenzione e, qualora questa sia inefficace, la terapia dell’obesità infantile fino al raggiungimento di un Indice di Massa Corporea (BMI) normale che si può ottenere anche senza la necessaria riduzione ponderale, grazie alla fisiologica crescita staturale.

Dopo aver effettuata una prevenzione primaria si può intervenire con una terapia principalmente dietetica, normocalorica se rapportata al peso ideale.

SOVRAPPESO E OBESITÀ

L’intervento di terapia nutrizionale prevede un percorso di educazione alimentare.

Questo comporta preliminarmente una valutazione delle abitudini alimentari della famiglia che deve essere di supporto e comunque coinvolta mediante un’anamnesi alimentare accurata al fine di conoscere composizione dei pasti, porzioni, metodi di cottura, condimenti, frequenza e modalità di assunzione dei cibi e preferenze alimentari.

FITOTERAPIA E FITONUTRIZIONE

SOVRAPPESO E OBESITÀ

Nell’ambito di questa terapia di tipo educazionale /alimentare si inserisce bene l’approccio di fito-terapia e fito-nutrizione.

Un nutraceutico è un alimento, o parte di esso con effetti benefici e protettivi sulla salute sia fisica che psicologica dell’individuo.

Esistono diverse categorie di nutraceutici, che includono:

  • supplementi della dieta, compresi i prodotti botanici (botanicals), quali ad es. vitamine, minerali, coenzima Q, carnitina, ginseng, Gingko Biloba;
  • alimenti funzionali, che oltre ad apportare il loro valore nutritivo, contengono sostanze (generalmente non nutrienti) che interagendo con una o più meccanismi fisiologici dell’organismo contribuendo alla prevenzione e alla salute della persona con evidenti effetti benefici;
  • nutraceutici veri e propri, ovvero i principi attivi derivati da alimenti che presentano attività terapeutica o di prevenzione. Si possono assumere nella dieta o sotto forma di integratori alimentari (formulazioni liquide, compresse, capsule).

Alla luce delle nuove conoscenze scientifiche che dimostrano l’importanza della nutrizione valutata non più solo in termini di calorie ma di molecole e qualità specifiche dell’alimento in adolescenza è importante costruire un programma nutrizionale personalizzato che oltre a fornire uno schema dietetico equilibrato, offra il giusto apporto di nutrienti correlati al metabolismo e all’interazione con gli organi bersaglio del singolo individuo secondo le sue peculiarità.

GEMMOTERAPIA

In una fase così delicata, di transizione e trasformazione, quale è quella adolescenziale, mi è sembrato utile fornire un trattamento fitoterapico fornito dalla gemmoterapia che per similitudine offre estratti vegetali ricavati da tessuti embrionali o in via di accrescimento portatori di energia vitale e principi attivi che modulano la crescita delle piante e possono avere efficacia preventiva o curativa anche sull’uomo.

Iniziamo con un gemmoterapico ad azione drenante qual è la betulla verrucosa.

Betulla verrucosa

SOVRAPPESO E OBESITÀ

Componenti e principi attivi:

  • Tannini;
  • Olio essenziale (contenente anche salicilato di metile che gli conferisce proprietà antisettiche);
  • Flavonoidi (iperoside e quercetina);
  • Glicosidi monoterpenici;
  • Saponine triterpeniche;
  • Vitamina C;
  • Acido caffeico e suoi derivati (acido clorogenico compreso);
  • Proantocianidine;
  • Acido betuloretico.

GEMMOTERAPIA:

Parte impiegata gemme fresche e semi freschi

tempo balsamico: le gemme si raccolgono a febbraio, la linfa ai primi di marzo con la luna crescente, prima che nascano le foglie

preparazioni: macerazione di gemme e semi freschi in soluzione glicero-alcolica e/o idro-gliceroalcolica

Nel caso delle patologie considerate, la betulla esercita la sua azione terapeutica equilibrando i parametri biologici tramite le seguenti azioni drenanti:

  • è un diuretico con azione uricolitica;
  • riduce i valori di acido urico creatina;
  • possiede anche azione sul metabolismo lipidico poiché diminuisce le Beta lipoproteine;
  • riduce il colesterolo.

Per quanto riguarda l’utilizzo su altri organi e apparati è un fitoterapico utilizzato come antiinfiammatorio per la presenza di glucosidi salicilici, come diuretico perché stimolala diuresi aumentando il rapporto potassio/sodio e può essere di aiuto nella calcolosi renale per la presenza di vitamina C e di acido betulinico.

Gli estratti, gli infusi e le tinture di betulla trovano indicazione nella sindrome premestruale, nella prevenzione della calcolosi renale e della renella, negli edemi da insufficienza cardiaca, in presenza di ipertensione arteriosa, ascite, vertigini, ma anche di edemi degli arti inferiori da insufficienza venosa e cellulite. Possiede inoltre proprietà modulanti del metabolismo osseo, risultando utile in caso di osteocondrite giovanile, rachitismo, osteoporosi e carie dentaria per la sua capacità di stimolare l’assorbimento del fluoro in ossa e denti.

PRESCRIZIONE:

  • B.verrucosa linfa Mac.Glic 1D mattino e sera può essere usato come drenante, diuretico, nelle celluliti, nell’artrosi con iperuricemia.
  • B.verrucosa semi Mac.Glic 1D al mattino e al pomeriggio è di aiuto in un periodo di stress psicofisico e molto utile per gli studenti uno o due mesi prima o nella preparazione di un esame.

A cura di:

Tiziana Totino

Specialista in Pediatria. Master in fitoterapia

Condividi Questo post su